Alessandro Mencarelli - coach dei campioni

25/11/2011
ethicsport it alessandro_mencarelli_-_coach_dei_campioni-119 002

Nei Campionati Mondiali di nuoto che si sono svolti a Shangai, abbiamo gioito ad ogni medaglia conquistata dalla nazionale azzurra, ipnotizzati da questi nostri atleti che hanno mostrato una incredibile determinazione e una grandissima qualità. 

Ma cosa c’è dietro a questi atleti? O meglio: chi c’è dietro a un grande campione? 

Alessandro Mencarelli è uno dei personaggi che stanno spesso “dietro le quinte” ma dividono con gli atleti il merito di aver conquistato un titolo mondiale. In particolare Alessandro è il coach di Luca Dotto (G. S. Forestale), “il principe”, recente argento mondiale nei 50 sl a Shangai.

ES: Ciao Alessandro! Iniziamo con una curiosità: dove eri quando Luca ha vinto l’argento nei 50 stile? E cosa hai fatto subito dopo?

AM: Ero in salotto di casa mia in religioso silenzio da solo, non potendo andare in Cina ho visto tutte le gare in questa maniera. Ma, durante la gara dei 50 ero già in piedi e molto vicino alla tv quando l’inquadratura si è allargata ed ho visto Luca in ottima posizione. Mi sono detto “ora è il suo momento!” e poi questo secondo posto con il record personale di 21”90 ha fatto uscire il meglio di me. Da lì in poi solo telefono, tanto telefono…

ES: Raccontaci un po’ di te. Sei un ragazzo giovane ma sei uno degli allenatori in Italia più titolati. Quando hai iniziato ad allenare?

AM: Ho iniziato nel 1996 con le squadrette della propaganda della Società AS Sergio de Gregorio, una delle Società storiche di Roma da dove sono passati fortissimi atleti; io ancora mi allenavo e facevo le gare, ma contemporaneamente trasmettevo la mia gioia per questo sport ai piccoli bambini che avevo. E' stato subito amore, condizionato anche dalle vittorie che ottenevo a livello regionale. Poi un giorno nel ’99, prima di iniziare la stagione, il Presidente di allora mi disse “Alessandro tu vuoi fare le cose in grande mentre noi vogliamo un profilo basso quindi ti consiglio di cercare una nuova situazione dove tu possa emergere, perché hai qualità”. Mi lanciai quindi nel mondo romano in cerca di esperienze. Due anni li passai con una società emergente di Roma ma poi il Presidente della Larus, D’Ambrosio, nel 2001, colpito dai molti risultati fatti in pochissimo tempo sia a livello regionale che nazionale mi propose di mettermi in discussione con un nuovo progetto: creare un sistema di lavoro per portare atleti ai massimi livelli del nuoto internazionale. Non mi feci scappare l’occasione e seppur giovanissimo mi sono gettato nella mischia. Poi, dopo una lunga esperienza con atleti di altissimo profilo, la grande occasione di costituire un gruppo di nuoto militare con il Corpo Forestale e così adesso sono orgoglioso di questo ruolo grazie al quale credo di di potermi togliere tante soddisfazioni. 

ES: Dotto, Rosolino... Tra gli atleti che alleni ci sono tantissimi campioni veri. Com'è allenare un campione?

AM: Sicuramente ci sono tanti fattori sia positivi che negativi; diciamo che amo le sfide per cui non mi chiedo mai “…e se andasse male?”.

Al contrario penso sempre di portare a casa il risultato perché credo molto nel mio modo di lavorare. Comunque, per dirla tutta, una grossa mano te la danno proprio questi grandi atleti che ogni giorno sposano un progetto di cui loro sono il cuore. 

ES: Quanto influisce, in un gruppo, avere un campione? C’è il rischio che, invece di essere uno stimolo per tutti, sia una sorta di “primadonna” che mina la solidità e la serenità del team?

AM: Credo che i grandi campioni abbiano tutti una cosa in comune, ovvero gli piace essere al centro delle attenzioni ed essere coccolati.

In un gruppo, tutti hanno un obiettivo preciso ed identificato quindi “in pratica” ognuno di loro lavora per raggiungere il proprio. Nel nuoto, anche se ognuno ha un allenamento personalizzato,  si lavora in gruppo ma poi si compete singolarmente (a parte le staffette). Questo crea la giusta competizione ed i campioni diventano l’esempio e lo stimolo per gli altri che si devono affermare. Difficilmente si creano situazioni spiacevoli con i grandi campioni presenti nel gruppo, al contrario sono situazioni che si creano in gruppi di medio livello senza campioni in squadra.

  

ES: Com’è oggi la vita di un allenatore di nuoto in Italia?

AM: Diciamo che era meglio fare l’atleta! A parte gli scherzi é davvero molto impegnativa poiché non puoi mai staccare la spina. Il lavoro è tanto perché non si completa solo in vasca ma ti devi portare i “compiti a casa”. Diciamo che dura 340 giorni…

ES: Oltre a seguire gli atleti del GS Corpo Forestale segui anche la Nazionale Olimpica di Pentathlon. Cosa cambia nell'allenamento di un pentathleta?

AM: Nel pentathlon la fortuna è che tutti devono allenare i 200 metri a stile libero, e questo ti semplifica molto la vita perché nella stesura del programma devi avere solo accortezza ai carichi e alla strategia da applicare, ma la metodologia è la stessa. Nel nuoto alleni il velocista dal fondista in tutti e quattro gli stili.

ES: Come hai conosciuto EthicSport? Cosa pensi di questa linea di integrazione?

AM: Mi ha introdotto in questo pool di professionisti Massimiliano Rosolino, qualche anno fa. Max mi ha fatto scoprire una nuova linea di prodotti ma soprattutto mi ha dato la possibilità di scambiare idee con dei veri professionisti del settore che ci hanno consigliato al meglio per ottenere i risultati impressionanti di questa stagione

ES: Un’ultima domanda: stiamo per entrare nell’anno olimpico. Come vive un allenatore questo appuntamento?

AM: è la fine di un ciclo che dura quattro anni; quindi è visto come il “traguardo” di un percorso che inizia in salita poi prende forma e poi scivola via verso risultati sicuramente importanti.  

Grazie ad Alessandro che ci ha fatto conoscere un po’ di più il mondo del nuoto italiano. Auguriamo al “Menca” un sincero in bocca al lupo per un anno ricco di soddisfazioni e di successi!

intervista di Virgilio Ottaviani

Prodotti in evidenza
ethicsport it alessandro_mencarelli_-_coach_dei_campioni-119 003
COADIUVA IL RECUPERO DOPO UN'ATTIVITA' FISICA MOLTO INTENSA
€ 25,90
ethicsport it alessandro_mencarelli_-_coach_dei_campioni-119 004
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (33%)
€ 60,00
ethicsport it alessandro_mencarelli_-_coach_dei_campioni-119 005
T-SHIRT EthicSport - serie limitata
€ 19,90
ethicsport it alessandro_mencarelli_-_coach_dei_campioni-119 006
ALIMENTO ENERGETICO IN BARRETTE ADATTO PER LO SPORT
€ 55,00
ethicsport it alessandro_mencarelli_-_coach_dei_campioni-119 007
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (32%)
€ 60,00
ethicsport it alessandro_mencarelli_-_coach_dei_campioni-119 008
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (37%)
€ 60,00
ethicsport it alessandro_mencarelli_-_coach_dei_campioni-119 009
ALIMENTO ENERGETICO IN BARRETTE ADATTO PER LO SPORT
€ 55,00
STORE
LOCATOR

Scopri il punto vendita
più vicino alla tua città.
PROVINCIA

DISTANZA