PAOLA PIAZZOLLA

Canottaggio

Data di Nascita: 21/10/1996
Luogo di nascita: Canosa di Puglia
Sport: canottaggio
Allenatore: Leonardo Antonini
Nutrizionista: Domenico Meleleo
Prodotto EthicSport del quale non faresti mai a meno: Recupero, Recupero Extreme, Ferrosport
Soprannome: “la Paolina” / “Pol”
Sogno nel cassetto: vincere una medaglia olimpica
Hobby: fare shopping, fare la spesa prestando molta attenzione alle etichette dei prodotti e leggere libri, anche se, tra allenamento e studio, difficilmente trovo tempo da dedicare alla lettura.
Un pregio: determinata: quando mi prefiggo un obiettivo faccio di tutto per raggiungerlo
Un difetto: testarda
Mi piace...: mangiare (soprattutto cibi dolci, amo il gelato)
Non mi piace...: stare troppo tempo nello stesso posto. Amo girare l’Italia e il mondo, e questo sport mi permette anche di fare questo.
Ho scelto il mio sport perché: mi regala emozioni uniche e indescrivibili, mi fa capire quali sono i miei limiti e mi insegna a superarli e soprattutto mi permette di sognare
Il mio sport significa: è la mia vita. Non riuscirei ad immaginare la mia vita senza remare
La gara più bella: semifinali del campionato del mondo di Trakai del 2013 e del campionato del mondo di Amburgo del 2014: queste due gare mi hanno regalato emozioni indimenticabili. Superare una semifinale mondiale è stata una delle cose più belle che mi siano mai capitate, tagliare il traguardo e sapere di essere tra le sei migliori al mondo è davvero stupendo, è una cosa che ti regala una grande soddisfazione ma al tempo stesso ti dà la carica per affrontare la finale i giorno dopo
La gara da dimenticare: finale del campionato del mondo di Amburgo del 2014: quel giorno c’erano 40 km/h di vento contro e il lago ovviamente era irremabile. Le
finali si disputarono ugualmente, ma purtroppo non ad armi pari. Fu davvero una gara sprecata e la sensazione di non riuscire ad esprimersi al meglio e a dare il massimo è molto spiacevole.
Idolo sportivo: Zoë McBride, atleta neozelandese, classe 1995 (solo un anno più grande di me), campionessa del mondo in carica nelle specialità del doppio pesi leggeri u23 femminile e del singolo pesi leggeri femminile, detentrice del record del mondo in quest’ultima specialità. Quando lo scorso anno ho visto dal vivo la sua finale mondiale in singolo, sono rimasta scioccata e da lì mi sono innamorata di lei.
La persona più importante nella tua carriera d'atleta: la mia mamma, è lei che mi ha spinta a iniziare questo sport. Fa tanti sacrifici affinché io possa realizzare i miei sogni e il suo supporto per me è fodamentale. Poi anche il mio allenatore di Barletta, Cosimo Damiano Cascella (ora non mi allena più lui perché sono a Pisa). Senza di lui avrei smesso di remare, è se ora sono quella che sono il merito è anche suo.
Dedicherei una vittoria importante a: la mia famiglia, la mia mamma, il mio papà, le mie sorelle, a tutte le persone che mi vogliono bene e che credono in me e al mio attuale allenatore perché crede in me, mi sta aiutando molto ed io credo in lui
Film: il Piccolo Principe
Libro: “Voglio vivere prima di morire” (Jenny Downham)
Piatto preferito: la parmigiana della nonna. Quando la fa ne mangerei una teglia intera.
Canzone e cantante preferiti: “Parole in circolo” (Marco Mengoni), Tiziano Ferro
Instagram: paola9165

STORE
LOCATOR

Scopri il punto vendita
più vicino alla tua città.
PROVINCIA

DISTANZA