Due chiacchere con Edita Pucinskaite.

17/04/2009
ethicsport it due_chiacchere_con_edita_pucinskaite.-78 002

Tour de France, Giri d’Italia, campionato del Mondo... Nel ciclismo rosa poche atlete possono vantare un palmares così ricco. Edita, classe 1975, è ancora tra le atlete più rappresentative di un movimento sempre più grande che è quello del ciclismo femminile

Ciao Edita! Dopo tanti anni di corse e tanti successi, hai ancora voglia di combattere?
Edita: I successi regalano emozioni, che a loro volta alimentano la voglia di proseguire.    
.

Ci ricordi i tuoi successi più importanti?
Edita: Il Tour de France nel 1998, Campionati del Mondo a Verona 1999, Giro d’Italia 2006 e 2007, un argento e due bronzi mondiali, un centinaio di vittorie da professionista
.

Qual è il titolo che ricordi con maggior affetto?
Edita: Provo un grande affetto verso quelle maglie colorate esposte in cornice nel mio ufficio, gialla, iridata e rosa, i colori della mia vita sportiva. All’inizio della mia avventura il conquistarle tutte tre rappresentava un sogno 
.
Qual è il segreto di una tale longevità atletica? Come fai ad essere sempre competitiva anche dopo tantissimi anni di corse?

Edita: Il segreto sta nell’avere o trovare le motivazioni, imparare anno dopo anno ad attivare e gestire quel complesso meccanismo composto dalle proprie sensazioni, emozioni, desideri: riuscire a capire se stessi e sapersi ascoltare. Ma anche aver voglia di mettersi in gioco, porsi nuovi traguardi, nuove sfide, sorvolando - ma non dimenticando - le sconfitte. A mio giudizio sono questi gli elementi insostituibili per chi vuole restare al vertice per molto tempo.   
.
Secondo te, quanto peso ha la cosiddetta vita d’atleta (alimentazione, stile di vita) quanto la dote fisica e quanto l’allenamento, per raggiungere buoni risultati?
Edita: La cilindrata del motore è un dono che dipende da madre natura, non tutti possono diventare campioni. La mente poi gioca un ruolo indiscutibile e fondamentale nel suddividere gli sportivi tra i vincenti ed eterni incompiuti. Il ciclismo premia il carattere e gratifica la vita d’atleta, pretendendo allenamenti fatti con costanza e giusta programmazione. Il tutto potrebbe essere riassunto con la parola volontà.          
.
Di te sappiamo anche che sei una valente giornalista. Come hai scoperto questa tua passione?
Edita: Accettando la proposta fatta nel 2000 dell’allora direttore della rivista “Ciclismo”, Buriani,  di raccontare le mie esperienze ciclistiche in forma di diario sportivo. Scrivere in italiano per me fu come tuffarsi  in una nuova sfida, gettarsi in acque sconosciute, altro che piacevole nuotata. Quando, vasca dopo vasca, scoprii che quel che facevo mi piaceva, anzi mi trascinava, provai una sensazione davvero gradevole.       
.
Cosa ti affascina di più dell’attività giornalistica?
Edita: Vivo il giornalismo dentro di me, come il ciclismo, ovviamente. Scrivere per me significa comunicare con gli appassionati, trasmettere loro il mio pensiero, condividere. Non solo, ho la possibilità di raccontare il mondo del ciclismo femminile “da dentro”, un elemento che, credo, aggiunga valore all’articolo. Nutro un sogno, quello di dare un incentivo al mondo del pedale rosa, raccontandolo, promuovendolo, difendendolo contro i pregiudizi, duri a spezzarsi.     
.
Cosa consigli a una ragazza che voglia cominciare a correre in bici?
Edita: Di tentare. Il perdente non è quello che fallisce una corsa o una sfida, ma quello che non ha trovato il coraggio di affrontarla. Meglio ancora seguire l’aforisma di Jim Morrison  “Vivere senza tentare significa morire con il dubbio che ce l’avresti fatta”
.

Come hai conosciuto EthicSport? Cosa pensi di questa linea di integrazione?
Edita: Al primo raduno collegiale con il mio team Dilà ho conosciuto il Dr. Massimiliano di Montigny, da lì è nata la collaborazione con EthicSport. Ho potuto apprezzare le competenze degli specialisti: essere seguita giornalmente in base al lavoro svolto, significa non tralasciare alcun particolare. Mi sono trovata subito bene con i Loro prodotti,  in particolar modo con il prodotto "Recupero” da assumere dopo lo sforzo e le barrette. Colgo l’occasione per complimentarmi e per ringraziare l’azienda.     
.
Un’ultima domanda: tra gli uomini Davide Cassani ha saputo passare dall’attività atletica a quella giornalistica con grande nonchalance; vedremo Edita commentare presto i grandi giri a tappe o battaglierai ancora per molto?
Edita: Solo il futuro sarebbe in grado di rispondere oggi. 
.
Grazie Edita! Complimenti per la strepitosa carriera e un grande in bocca al lupo per il tuo futuro da cronista sportiva!!
.

Intervista di Virgilio Ottaviani

Prodotti in evidenza
ethicsport it due_chiacchere_con_edita_pucinskaite.-78 003
COADIUVA IL RECUPERO DOPO UN'ATTIVITA' FISICA MOLTO INTENSA
€ 25,90
ethicsport it due_chiacchere_con_edita_pucinskaite.-78 004
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (33%)
€ 60,00
ethicsport it due_chiacchere_con_edita_pucinskaite.-78 005
T-SHIRT EthicSport - serie limitata
€ 19,90
ethicsport it due_chiacchere_con_edita_pucinskaite.-78 006
ALIMENTO ENERGETICO IN BARRETTE ADATTO PER LO SPORT
€ 55,00
ethicsport it due_chiacchere_con_edita_pucinskaite.-78 007
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (32%)
€ 60,00
ethicsport it due_chiacchere_con_edita_pucinskaite.-78 008
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (37%)
€ 60,00
ethicsport it due_chiacchere_con_edita_pucinskaite.-78 009
ALIMENTO ENERGETICO IN BARRETTE ADATTO PER LO SPORT
€ 55,00
STORE
LOCATOR

Scopri il punto vendita
più vicino alla tua città.
PROVINCIA

DISTANZA