Giorgio Rubino: la marcia italiana verso Londra 2012

21/07/2010
ethicsport it giorgio_rubino_la_marcia_italiana_verso_londra_2012-102 003

La tradizione della marcia è in Italia estremamente radicata e ha dato negli anni grandissime soddisfazioni! Uno dei migliori esponenti di questa disciplina è Giorgio Rubino, atleta di Ostia trapiantato al centro della marcia di Saluzzo.

Ciao Giorgio e benvenuto!

GR: Grazie, per me è un vero piacere essere entrato a far parte della famiglia EthicSport! Ho da subito trovato un grande sostegno oltre che una grande professionalità da parte di tutto lo staff.


La marcia è una disciplina in crescita, grazie anche ai risultati degli atleti azzurri: ci riassumi brevemente la tua carriera sportiva?

GR: E’ vero ormai è da anni che facciamo parlare di noi: pratico questa disciplina da circa 12 anni e ho dato il mio contributo vincendo la Coppa Europa di Marcia nel 2009. Nello stesso anno ho vinto la medaglia d’argento ai Giochi del Mediterraneo oltre ad aver sfiorato il podio agli ultimi campionati del mondo di Atletica a Berlino.


La tua è una disciplina molto particolare, dove la componente atletica e quella tecnica si mischiano in una miscela “unica”. Quali sono le maggiori difficoltà che si incontrano nell'approccio del tuo sport?

GR: Credo che l’unica difficoltà sia la componente mentale visto che ci vuole una grande concentrazione oltre che un enorme spirito di sacrificio: i lunghi e massacranti allenamenti a cui dobbiamo sottoporci per raggiungere i nostri obiettivi sono molto pesanti anche dal punto di vista mentale ma ti mette in grado di misurarti contro altri atleti nelle competizioni e con te stesso durante gli allenamenti: questo è l’aspetto che più mi piace, cercare ogni giorno il mio limite e portarlo il più lontano possibile.


I tecnici ti considerano il nome nuovo di questa disciplina, un riferimento per l'atletica leggera che sembra incontrare difficoltà sempre crescenti a produrre nuovi campioni. Per quale motivo, secondo te, la marcia continua a produrre atleti di livello? 

GR: A mio avviso perché abbiamo degli allenatori molto preparati, all’avanguardia rispetto al panorama internazionale; basti pensare che a Saluzzo dove vivo e mi alleno regolarmente, vengono ad allenarsi atleti da tutto il mondo per scoprire i nostri metodi ed i nostri segreti che ci portano al successo.


E siamo a poco più di 2 anni dai Giochi Olimpici di Londra...

GR: Credo sia ancora presto per parlarne... per me per ora è un obiettivo a lungo termine, ho delle tappe intermedie molto prestigiose a cui puntare prima dell’Olimpiade ma è chiaro che tutto il lavoro sarà fondato in vista Londra.


Come mai proprio la marcia? Cosa ti ha fatto avvicinare a questo sport?

GR: Ho cominciato con i Giochi della Gioventù quando andavo alle scuole medie e da lì è nata passo dopo passo la mia passione portandomi ad una continua escalation; sono sempre stato portato per gli sport di resistenza, inoltre è una disciplina che riesce a far sfogare la mia grande testardaggine e la voglia di arrivare sempre più lontano.


Raccontaci della tua vita sportiva. Quali sono i segreti per diventar un campione?

GR: Una vita ed un alimentazione regolare sono alla base, costanza e voglia di arrivare sono fondamenti portanti; poi entusiasmo e umiltà per ricordarci che il nostro talento va condiviso con le persone che ci sostengono ogni giorno perché vedono in noi il modello ideale.


Alimentazione ed integrazione: come gestisci questi 2 aspetti della tua preparazione?

GR: Si sa che il dispendio energetico soprattutto nelle discipline di resistenza come la nostra è un elemento da tenere con elevata attenzione, è importante avere una dieta equilibrata che dia un giusto rapporto calorico adeguato allo sforzo giornaliero, ma questo va associato ad una corretta integrazione che se pianificata in modo corretto riesce a far allontanare il più possibile la crisi e a migliorare sensibilmente il recupero muscolare per affrontare al meglio i numerosi carichi di lavoro.


Raccontaci come pianifichi la strategia di integrazione in gara durante una 20km 

GR: PreGara DYNAMIC durante il pasto che precede la competizione, durante la gara PERFORMANCE SETE accompagnato da ENERGIA RAPIDA PROFESSIONAL ogni 3-4km circa.


Grazie Giorgio per averci dedicato il tempo di questa intervista. Prossima tappa: Barellona 2010 !!!  

GR: Grazie a tutto lo staff di Ethicsport per il vostro sostegno!

Intervista di Massimiliano Di Montigny

Prodotti in evidenza
ethicsport it giorgio_rubino_la_marcia_italiana_verso_londra_2012-102 004
ALIMENTO ENERGETICO IN BARRETTE ADATTO PER LO SPORT
€ 55,00
ethicsport it giorgio_rubino_la_marcia_italiana_verso_londra_2012-102 005
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (33%)
€ 50,40
ethicsport it giorgio_rubino_la_marcia_italiana_verso_londra_2012-102 006
IDRATARE RAPIDAMENTE E FORNIRE ENERGIA
€ 16,90
ethicsport it giorgio_rubino_la_marcia_italiana_verso_londra_2012-102 007
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (37%)
€ 60,00
ethicsport it giorgio_rubino_la_marcia_italiana_verso_londra_2012-102 008
T-SHIRT EthicSport - serie limitata
€ 19,90
ethicsport it giorgio_rubino_la_marcia_italiana_verso_londra_2012-102 009
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (33%)
€ 50,40
ethicsport it giorgio_rubino_la_marcia_italiana_verso_londra_2012-102 010
COADIUVA IL RECUPERO DOPO UN'ATTIVITA' FISICA MOLTO INTENSA
€ 25,90
STORE
LOCATOR

Scopri il punto vendita
più vicino alla tua città.
PROVINCIA

DISTANZA