Nicolò Bensi: La determinazione oltre l'ostacolo

04/04/2012
ethicsport it nicolo_bensi_la_determinazione_oltre_lostacolo-123 002

Incontriamo Nicolò Bensi, pluricampione del nuoto ed alfiere del movimento paralimpico azzurro!

ES: Ciao Nicolò! Benvenuto nella “famiglia" EthicSport!
Nicolò: Grazie! Un saluto a tutti gli appassionati sportivi!

ES: Raccontaci qualcosa di te. Chi è Nicolò Bensi?
Nicolò: Piacerebbe saperlo anche a me!
Ahah a parte gli
scherzi, è un ragazzo di 26 anni che qualche anno fa è passato a vedere la vita da 1.80m a 1.40m e che dopo un po’ di vicissitudini è tornato a fare quello che fa ogni ventenne (anche se sono più vicino ai 30 che ai 20....). Fa sport (tanto), lavora (il minimo indispensabile), esce con gli amici...mmh forse faccio anche troppa roba, non credo che se non avessi avuto l’incidente in moto 8 anni fa sarei arrivato alla mia veneranda età facendo così tante cose...

ES: Quali sono i tuoi successi più importanti in carriera?
Nicolò: Ho 3 grandi soddisfazioni nella mia vita natatoria, la prima è la prima convocazione in nazionale (ricordo ancora il momento in cui me l’han detto), la seconda è la medaglia di bronzo nei 50m rana agli Europei in Islanda nel 2009 e la terza è la finale mondiale nei 50m rana ai Mondiali 2010, che bello essere nei top 8 al mondo!

ES: In Italia sei un protagonista assoluto. Cosa ti manca per essere al top anche a livello internazionale?
Nicolò: Mi manca un po’ di esperienza e di competere più spesso con i migliori, ma le trasferte costano e non ci sono tanti soldi purtroppo

ES: ”Perché il nuoto”?
Nicolò: Bella domanda! Prima dell’incidente io letteralmente odiavo il nuoto, freddo e acqua negli occhi mi avevano fatto fare non più di sei mesi di corsi in tutta la mia vita!
Poi, dopo l’incidente, la scoperta. All’inizio è stato per riabilitazione, poi ho visto che in acqua le gambe non erano fondamentali e in più mi dicevano che me la cavavo benino per cui mi sono chiesto...”perchè non provare!?”
In più mi faceva stare bene con la schiena...direi che era perfetto...

ES: Per gli atleti, ed il nuotatore in particolare, alimentazione e integrazione non possono essere trascurati. Come curi questi aspetti?
Nicolò: Cerco di mangiare sempre abbastanza sano (molto raramente mi concedo delle “schifezze” di cui oltretutto non sono goloso) e un po’ di tutto mantenendo equilibrati i vari carboidrati/proteine etc etc. In più sono seguito da una nutrizionista da poco tempo e ora ho anche i preziosi consigli e schede personalizzate dei consulenti EthicSport...

ES: Perchè EthicSport?
Nicolò: perchè è una ditta che ormai è nota nel mondo sportivo, già nuotatori di livello internazionale che si allenano nella mia stessa piscina fanno uso dei vostri integratori e offrite tutta una gamma di integratori completa per le esigenze che il nuoto richiede nelle varie fasi sia dell’allenamento giornaliero che in quelle “macro” di preparazione della stagione agonistica

ES: Raccontaci la tua gara più bella.
Nicolò: semifinale 50m rana Europei 2009. L’anno prima non sono andato alle Olimpiadi di Pechino perchè all’ultimo momento mi hanno cambiato di categoria. Ma durante gli Europei ritorno nella mia e le frustrazioni di un anno possono essere sfogate. Alla mia prima gara su questa distanza dopo più di un anno esplodo e faccio subito il record italiano entrando in finale con il 2° tempo: Eccomi, sono tornato!

ES: E quella invece che vorresti dimenticare?
Nicolò: ce ne sono tante, ma credo sia importante non dimenticarne nessuna per poter imparare dai propri errori e per trovare ulteriori stimoli e grinta per affrontare gli allenamenti ancor più intensamente per evitare di riprovare quelle sensazioni che uno ha alla fine di una gara andata male.

ES: Come non essere d'accordo... ora più che mai l'allenamento “Mentale”, il pensare sempre positivo imparando dagli errori è un valore aggiunto. Come alleni la tua mente alla vita da atleta?
Nicolò: Per fortuna sono sempre stato sportivo e fare fatica per lo sport non mi costa, a volte ci sono dei sacrifici da fare, ma vengono fatti (quasi) sempre volentieri perchè ripagati dalle soddisfazioni in gara. Sacrifici sia nella vita sociale, che in quella sportiva, capita di non avere voglia di allenarsi, soprattutto d’inverno con pioggia e freddo... Ma è proprio in quei momenti che devi imparare ad andare lo stesso in vasca e dare tutto quello che puoi imparando a soffrire come e di più che in gara, soprattutto dal punto di vista mentale. Tutte cose che nel momento del bisogno (leggi: la gara) torneranno fuori. E allora capirai quanto i sacrifici sono valsi.

ES: Parliamo del movimento “paralimpico”. Le ultime olimpiadi hanno mostrato da un lato grandissima crescita dal punto di vista tecnico degli atleti coinvolti, dall'altra una crescente attenzione di media e sponsor.
Che prospettive vedi per l'intero movimento?
Nicolò: Paralimpiadi estive di Pechino, Paralimpiadi invernali di Vancouver e mondiali 2010 sono state un crescendo di interesse mediatico e il movimento paralimpico non può che giovarne! Secondo me con Londra 2012 si avrà un netto passo avanti, ancor più definito rispetto al passato...soprattutto qui in Italia, in altre nazioni ormai si ha un’equiparazione fra movimento paralimpico e olimpico che fa bene allo sport e alla cultura di quel paese. Noi siamo come sempre un po’ indietro, ma con calma (e tanta pazienza) ci arriveremo

ES: Da “spettatore” attendo il giorno in cui i due eventi, Olimpiadi e Paralimpiadi, condivideranno lo stesso programma di gara. Pensi che potrà realmente accadere?
Nicolò: Non credo, ma è più per questioni logistiche che culturali, il movimento paralimpico ha dei tempi e delle logistiche abbastanza diverse, soprattutto in alcuni casi, che non permetteranno di avere manifestazioni così importanti in contemporanea...

ES: Ogni atleta è un modello per tutti i giovani, sensibili come sono al “fascino” che solo lo sport emana. Ritieni che la tua carriera ed i tuoi risultati possano essere un messaggio per chi ti segue?
Nicolò: Spero proprio che spronino qualcuno ad uscire di casa e a buttarsi nello sport, amatoriale o agonistico, per competere o no, ma soprattutto per sè stessi.

Grazie Nicolò!
E ora...rotta verso Londra!
NB: tocco ferro, sono scaramantico!

Intervista a cura di Massimiliano di Montigny



Prodotti in evidenza
ethicsport it nicolo_bensi_la_determinazione_oltre_lostacolo-123 003
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (32%)
€ 60,00
ethicsport it nicolo_bensi_la_determinazione_oltre_lostacolo-123 004
COADIUVA IL RECUPERO DOPO UN'ATTIVITA' FISICA MOLTO INTENSA
€ 25,90
ethicsport it nicolo_bensi_la_determinazione_oltre_lostacolo-123 005
T-SHIRT EthicSport - serie limitata
€ 19,90
ethicsport it nicolo_bensi_la_determinazione_oltre_lostacolo-123 006
ALIMENTO ENERGETICO IN BARRETTE ADATTO PER LO SPORT
€ 55,00
ethicsport it nicolo_bensi_la_determinazione_oltre_lostacolo-123 007
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (33%)
€ 60,00
ethicsport it nicolo_bensi_la_determinazione_oltre_lostacolo-123 008
BARRETTA CROCCANTE E CREMOSA, AD ALTO CONTENUTO PROTEICO (37%)
€ 60,00
ethicsport it nicolo_bensi_la_determinazione_oltre_lostacolo-123 009
ALIMENTO ENERGETICO IN BARRETTE ADATTO PER LO SPORT
€ 55,00
STORE
LOCATOR

Scopri il punto vendita
più vicino alla tua città.
PROVINCIA

DISTANZA