Che differenza c’è tra bevande ipotoniche, isotoniche e ipertoniche?

Esperto Risponde
Le bevande idro-saline si possono dividere in ipotoniche, isotoniche o ipertoniche a seconda della pressione osmotica generata dalla loro concentrazione di elettroliti e di carboidrati. La concentrazione dei soluti si può misurare in milliosmoli per litro (mOsm/l) ed è chiamata Osmolarità. Le bevande isotoniche hanno una concentrazione simile a quella del plasma sanguigno (circa 300 mOsm/l), passano abbastanza rapidamente attraverso lo stomaco e vengono velocemente assimilate nell'intestino; si possono assumere in ogni circostanza che non sia un particolare impegno fisico con intensa sudorazione. Le bevande ipertoniche (con osmolarità > 300 mOsm/l) sono più concentrate del plasma e si assimilano lentamente, se non opportunamente diluite. La presenza di molti carboidrati le rende particolarmente utili per ripristinare le riserve energetiche piuttosto che i liquidi persi. Le bevande ipotoniche (con osmolarità < 300 mOsm/l) sono indicate durante lo sforzo, in quanto transitano con la massima rapidità nello stomaco, hanno un forte potere reidratante e vengono assimilate molto rapidamente nell'intestino.

Domande

STORE
LOCATOR

Scopri il punto vendita
più vicino alla tua città.
PROVINCIA

DISTANZA