SPORT DI SQUADRA - Volley


La pallavolo è uno sport generalmente praticato indoor, su un terreno di gioco di 18 x 9m, diviso da una rete centrale di altezza 2,43m per gli uomini e 2,24m per le donne, con una palla sferica di cuoio o materiale sintetico approvato dalla FIVB (Federation Internationale de Volley Ball) di circonferenza di 65-67cm e peso di 280g.
Nonostante i giochi con la palla lanciata con le mani esistano da tempo immemorabile, il primo gioco (non era ancora classificato come sport) con caratteristiche simili alla moderna pallavolo è relativamente recente: il professor W. G. Morgan, insegnante di Educazione Fisica dell’YMCA di Holyhoke (Massachusset - USA), alla fine del XIX secolo ideò la minonette (successivamente, appunto, volleyball) che già pochi anni dopo veniva praticata in tutti gli YMCA americani.
In una partita si affrontano due squadre di pallavolo, formate da sei giocatori ciascuna più sei riserve, una a destra e una a sinistra della rete. Scopo del gioco è far cadere la palla sul terreno di gioco avversario. La palla può essere colpita con una o due mani (a patto di non trattenerla), con la testa e, da qualche anno anche con i piedi. Ogni volta che la palla cade sul terreno di gioco di una squadra, viene assegnato un punto alla formazione avversaria. Le partite vengono disputate, senza limiti di tempo, al meglio dei tre set su cinque; ogni set viene vinto realizzando venticinque punti.
Nella pallavolo i ruoli dei giocatori di una squadra sono:
- Palleggiatore: il regista della squadra, deve avere ottima visione di gioco, discreta velocità e grande controllo del palleggio (uno dei fondamentali di questo sport);
- Martello o Schiacciatore (“di mano” od “opposto”): è colui che finalizza l’azione; deve avere grande potenza negli arti inferiori (per realizzare uno stacco dal terreno più alto possibile) e negli arti superiori (per colpire il pallone più forte possibile), buona reattività muscolare e gramde sicurezza del gesto tecnico;
- Centrale: fisicamente è facilitato per questo ruolo una persona che sia molto alta e che possa realizzare un “muro” efficace agli attacchi avversari; tuttavia è necessario che il centrale abbia anche sufficiente rapidità per azioni di attacco nelle quali è chiamato in causa.
- Libero: è un ruolo nato da poco per cui è fondamentale la reattività negli arti inferiori e una ottima sensazione del terreno in quanto è chiamato spessissimo alla difesa in extremis in tuffo. Non è richiesta particolare potenza negli arti superiori in quanto non è mai chiamato in causa per azioni d’attacco.
Ogni ruolo, in questo sport ha una sua reale specificità fisica come di allenamento. Sono infatti pochi i giocatori che hanno saputo interpretare al meglio più ruoli (come ad esempio Andrea Giani o Andrea Zorzi, entrambi ottimi martelli e ottimi centrali), anche perché non è richiesto dai moduli di gioco moderni: infatti, anche se ad ogni cambio di palla è prevista una rotazione delle posizioni in squadra, esistono meccanismi tramite i quali ogni giocatore riprende la sua posizione favorita di attacco.
L’allenamento per tutti i ruoli prevede, sicuramente, un programma che sia teso ad aumentare la reattività e l’esplosività muscolare. Per i saltatori (martelli e centrali) si svolge regolarmente una preparazione specifica, ad inizio stagione, per la potenza degli arti inferiori.
Un’alimentazione varia e bilanciata sta alla base dell’efficienza e della salute del pallavolista. Un’integrazione di creatina nei periodi di massimo carico permette di mantenere alta la reattività muscolare e minimizzare il rischio d’infortunio. 
Pur non essendoci contatto fisico (o, forse, proprio per questo, visto che questo spesso ostacola la purezza del gesto atletico) il giocatore di pallavolo è soggetto a infortuni: frequenti sono le  infiammazioni tendinee a livello delle articolazioni degli arti inferiori e le condropatie dell’articolazione della spalla. Supplementare nutrienti che coadiuvano il trofismo delle cartilagini è un ottimo sistema per prevenire problematiche legate all’esercizio di questo sport.
Esiste una variante di questo sport degna di nota chiamata beach-volley. Si disputa generalmente all’aperto su campi da pallavolo ricoperti di sabbia da due squadre composte da due giocatori ognuna. Dal 2002 il beach volley è sport olimpico.
In questa disciplina i ruoli non esistono; i due giocatori devono riassumere tutte le caratteristiche dei 4 ruoli tipici della pallavolo indoor. In più il giocatore di beach volley dovrà avere buona tolleranza del caldo e una maggiore tenuta atletica dal punto di vista del fondo medio.
Per prevenire disidratazione e cali ipoglicemici in questo sport è opportuno reidratarsi con regolarità, assumendo reintegratori idrosalini glucidici particolarmente ipotonici per non creare problemi all’organismo già sotto stress dalla durezza del gioco e dalle condizioni atmosferiche che spesso, per via del grande caldo che c’è quando si pratica questo sport, non sono ottimali per l’attività fisica.
Prodotti in evidenza
PROTEIN SPR
Integratore Alimentare di Proteine Vegetali della Soia
€ 25,90
ENERGY SPECIAL - box da 30 pz
ALIMENTO ENERGETICO IN BARRETTE ADATTO PER LO SPORT
€ 60,00
ARGININA active power
POTENZA PER IL TUO SPORT!
€ 28,00
ENERGIA RAPIDA PROFESSIONAL COLA - box da 50 pz
RICARICA ENERGETICA LIQUIDA PRONTA ALL'USO
€ 100,00
OMNIA Active Formula
INTEGRATORE POLIVITAMINICO E MULTIMINERALE
€ 13,90
SPORT COFFEE - box da 32 stick pack
CAFFÈ ENERGIZZATO PER LO SPORTIVO
€ 48,00
HTP - Hydrolysed Top Protein
Whey idrolizzate con nucleotidi e ProHydrolase®
€ 54,90
STORE
LOCATOR

Scopri il punto vendita
più vicino alla tua città.
PROVINCIA

DISTANZA