Le Tecniche di Guida (2° parte) - a cura del dr. Virduzzo - dottore in Scienze motorie e Maestro AMI

11/09/2014
ethicsport it 405-le_tecniche_di_guida_2_parte_-_a_cura_del_dr._virduzzo_-_dottore_in_scienze_motorie_e_maestro_ami 002

Superare un ostacolo
Per il superamento di un ostacolo (una radice, un sasso, ecc) è necessario trasferire il peso del corpo; questa tecnica di base è indispensabile in mountain bike. Il superamento di un ostacolo prevede quattro fasi: una fase di preparazione, una fase di cabrata, il trasferimento e la ricezione. La fase di preparazione prevede l’avvicinamento all’ostacolo a velocità lenta senza pedalare, con i pedali 
paralleli al terreno e le braccia ed il busto flesse.

Arrivati in prossimità dell’ostacolo bisogna premere con le braccia sull’ammortizzatore anteriore in modo da sfruttare la spinta di ritorno, dell’ammortizzatore stesso, per far valicare l’ostacolo alla ruota anteriore. Durante questa manovra, detta anche fase di cabrata, la tecnica consiste nel trasferire il peso del corpo all’indietro, sfruttando le spalle e la testa per far sollevare da terra la ruota anteriore.

La fase di trasferimento, che inizia non appena la ruota anteriore tocca nuovamente il terreno, oltre l’ostacolo, prevede un movimento delle spalle e della testa verso l’avanti, come se si dovesse colpire una palla con la testa; questo movimento permette di fare perno sulla ruota anteriore per poter alzare la ruota posteriore e quindi permettere il superamento dell’ostacolo da parte del retrotreno della mountain bike. Il dinamismo di questo trasferimento condizionerà la riuscita di questo gesto complicato.
Infine, durante la fase di ricezione, le gambe si flettono per ammortizzare il retrotreno che ha valicato l’ostacoloXIII.

La salita
L’obiettivo per un biker durante una salita, indipendentemente da quanto ripida possa essere, è quello di non poggiare mai i piedi a terra. La tecnica adoperata per la salita potrebbe risultare scomoda e fastidiosa data la strana posizione da assumere sulla mountain bike, ma senza dubbio è molto efficace. Tutto parte dallo sguardo, che è sempre rivolto in avanti a leggere il terreno; la posizione è da seduti sulla parte anteriore della sella, le spalle abbassate in avanti, le braccia flesse con i gomiti stretti e la pedalata fluida tramite l’utilizzo di rapporti adeguati alla pendenza della salita. 

In caso di salita molto ripida, si devono tenere in considerazione due parametri: la motricità della ruota posteriore, che tende a scivolare soprattutto su fondi sterrati; ed il controllo della ruota anteriore, che tende a cabrare. Per far fronte a queste situazioni di instabilità di cabrata e di scivolamento che potrebbero verificarsi, occorre trovare il giusto compromesso tra peso e potenza; inoltre, la posizione descritta in precedenza, verrà accentuata con le spalle ancora più in basso, le braccia ancora più flesse con i polsi ruotati sul manubrio come a mimare un’accelerazione di una moto, il mento che quasi toccherà la pipetta dello sterzo e l’osso sacro che poggerà sulla punta della sella. Il biker assumerà questa posizione alquanto scomoda ma efficace per potere superare al meglio tutti i tipi di salita che si presentino davanti a lui.

La discesa
Un fattore molto importante durante una discesa è la sicurezza che non deve mai venir meno, soprattutto in campo aperto su un percorso accidentato. La tecnica usata per la discesa prevede, innanzi tutto, la messa in sicurezza del biker indipendentemente da quanto ripida possa essere. Per poter scendere in tutta sicurezza, infatti, è necessario essere equilibrati.
Anche in questo caso, proprio come in tutte le altre tecniche, lo sguardo è fondamentale ed è sempre rivolto in avanti a leggere il terreno preventivamente; la posizione è in piedi sui pedali con il corpo spostato verso il retrotreno; i pedali sono paralleli al terreno, tranne in caso di curve; le braccia e le gambe morbide con gomiti e ginocchia che vanno rispettivamente verso l’alto e verso l’esterno per aumentare il baricentro, nonchél’equilibrio; le dita sempre sui freni pronte all’occorrenza qualora dovesse servire frenare.
E’ il biker, con tutto il suo corpo, che deve guidare la mountain bike verso la direzione scelta; ed è quindi indispensabile mantenere il corpo rilassato ed utilizzare al meglio lo spazio intorno alla sellaXIV. Più la discesa diventa ripida, infatti, più la posizione del corpo tenderà a retrocedere. Possono presentarsi delle discese molto ripide, quasi a strapiombo, di pochi metri dove si può arrivare anche con lo stomaco che sfiora la sella. Questa posizione è anche chiamata “posizione di sicurezza” in quanto permette di poter scendere dalla mountain bike in qualsiasi momento e con qualsiasi pendenza senza rimanere incastrati tra la sella ed il manubrio con possibilità di gravi conseguenze.  

Prodotti in evidenza
ethicsport it 405-le_tecniche_di_guida_2_parte_-_a_cura_del_dr._virduzzo_-_dottore_in_scienze_motorie_e_maestro_ami 003
EFFICIENZA PER IL TUO SPORT
€ 24,90
ethicsport it 405-le_tecniche_di_guida_2_parte_-_a_cura_del_dr._virduzzo_-_dottore_in_scienze_motorie_e_maestro_ami 004
Whey idrolizzate con nucleotidi e ProHydrolase®
€ 119,90
ethicsport it 405-le_tecniche_di_guida_2_parte_-_a_cura_del_dr._virduzzo_-_dottore_in_scienze_motorie_e_maestro_ami 005
L'AVANGUARDIA NELL'INTEGRAZIONE PRE-GARA
€ 24,50
ethicsport it 405-le_tecniche_di_guida_2_parte_-_a_cura_del_dr._virduzzo_-_dottore_in_scienze_motorie_e_maestro_ami 006
WAFER AD ALTO CONTENUTO PROTEICO
€ 30,00
ethicsport it 405-le_tecniche_di_guida_2_parte_-_a_cura_del_dr._virduzzo_-_dottore_in_scienze_motorie_e_maestro_ami 007
T-SHIRT EthicSport - serie limitata
€ 19,90
ethicsport it 405-le_tecniche_di_guida_2_parte_-_a_cura_del_dr._virduzzo_-_dottore_in_scienze_motorie_e_maestro_ami 008
Destrine di nuova generazione, migliore energia e più resistenza.
€ 42,00
ethicsport it 405-le_tecniche_di_guida_2_parte_-_a_cura_del_dr._virduzzo_-_dottore_in_scienze_motorie_e_maestro_ami 009
Barretta Energetica per Sportivi con Beta-Alanina
€ 75,00
STORE
LOCATOR

Scopri il punto vendita
più vicino alla tua città.
PROVINCIA

DISTANZA